kkl quello su cui non giurerei...: capelli

mercoledì 19 dicembre 2007

capelli

e cosi che oggi mi ritrovo a dover pensare le parole
e mentre ci penso scrivo un post, un appunto
dover pensare le parole, suona stonato cosi
non si dovrebbbe doverle pensare , come costuire e va bene per le case, o per un matematico o per dire quanto fa 2 + 2.
per scrivere ci vuole una penna e un foglio il resto non si cerca, non si può,non si deve
quindi finisce che non scrivo ,non quello che dovrei, aspetto anzichenò
i pensieri esatti arriveranno con i primo espresso sul primo binario" si avvisano i viaggiatori di non avvicinarsi alla linea gialla".
cosi ,se non ci sarà un altoparlante ad avvisare ci sarà una tastiera capiente e sapiente per trasformare ,scaldare e trasferire i pensieri che sono stati attorcigliati e confusi su se stessi quando una musica stridula li ha corrotti e intirizziti come fa una bufera di bora nel pieno delle fredde notti triestine.

2 commenti:

Kleys ha detto...

...ti sei dimenticato che è anche vietato attraversare i binari... ;)

giulia ha detto...

Ti sto leggendo dall'inizio. Vedo che ti sei dissezionato bene bene. Vado a pranzo e poi riparto da qui.